Saint Paul de Vience

on 6 Apr , 2022

Stamattina abbiamo avuto la conferma che la Costa Azzurra non è fatta a misura di camperisti.

Ci siamo ben presto accorti che la maggior parte dei parcheggi hanno delle barriere che impediscono ai veicoli alti più di 2m di entrare e quei pochi che sono ad accesso libero non hanno alcun servizio, né per lo scarico né per l’acqua.

Dopo circa due ore di giri a vuoto abbiamo tentato la via dei campeggi, sperando ci avrebbero permesso di utilizzare i servizi senza dover pernottare. Non è andata così. Per poter accedere ai servizi è infatti necessario trascorrere almeno una notte in campeggio. E il prezzi in Costa Azzurra sono tutt’altro che bassi.

Quando ormai stavamo per disperare, abbiamo visto su Park4night la possibilità di scaricare a 30 minuti da dove ci trovavamo. Siamo partiti piena di speranza seguendo le indicazioni, senza nemmeno vedere dove si trovasse il luogo. Non è passato molto che il navigatore, nonostante avessimo messo l’impostazione “evita pedaggi”, ci ha fatti entrare in autostrada. Lo scarico infatti si trovava proprio lì, accanto ad un autogrill. Abbiamo dovuto pagare il pedaggio ma almeno siamo riusciti, dopo quattro ore di peripezie, a svuotare la nostra cassetta delle meraviglie. Inoltre ora sappiamo che, alle brutte, in autostrada possiamo sempre scaricare.

Anche la piccola disavventura di oggi è stata però ripagata. Grazie al suggerimento di alcuni amici siamo andati a visitare Saint Paule de Vience, un borgo medievale situato ai piedi della Alpi marittime francesi.

E’ senza dubbio il luogo più incantevole che abbiamo visto sin qui. Già prima di arrivare, mentre il nostro piccolo Ulisse arrancava in salita, il borgo ci è apparso in tutta la sua bellezza, incastonato tra i dolci pendii che caratterizzano questa zona della Provenza.

Saint Paul de Vience

Siamo arrivati all’ora del tramonto e questo ha reso ancora più magiche le mura e le meravigliose dimore in pietra che caratterizzano questo magico villaggio medievale.

Abbiamo scoperto che Sanit Paul de Vince è conosciuta come “Il borgo degli artisti”. Negli anni 20 del 900, infatti, artisti come Picasso, Matisse e Chagall, la hanno eletta a luogo ideale per la loro ispirazione.

E non mi è stato difficile comprendere la loro scelta. Passeggiando per i vicoletti in pietra e lungo le mura sono stata pervasa da un senso di pace incredibile che, unito alla bellezza struggente del luogo, ha reso Saint Paul de Vience un luogo che difficilmente scorderò.

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *